Shiatsu

Lo Shiatsu (in lingua giapponese 指圧: Shi = dito e atsu = pressione) è una tecnica a mediazione corporea che origina dalle tradizioni filosofiche e dai sistemi di preservazione dell’equilibrio energetico provenienti dalla Cina antica e successivamente sviluppatesi in Giappone. Si basa sulla pressione perpendicolare, mantenuta e costante del pollice, delle dita, del palmo, del pugn​o e del gomito, esercitata lungo il tragitto dei meridiani energetici o su aree specifiche del corpo.

​Lo Shiatsu considera l’essere umano come un sistema multifunzionale, composto da elementi energetici, psichici e fisici in condizione di costante interdipendenza, dove l’assenza di salute, e quindi di benessere, è l’espressione concreta e percepibile della perdita di equilibrio energetico o “disarmonia”. La disarmonia, ed il conseguente disagio del corpo e della mente, è provocata da uno squilibrio energetico interno che si esprime principalmente nell’occlusione del meridiano di scorrimento, con conseguente ulteriore danno all’organo o al viscere collegato al meridiano stesso.

Lo Shiatsu non è concorrenziale o sostitutivo di eventuali terapie mediche, psicologiche o paramediche ma è un metodo finalizzato al ripristino dell’equilibrio energetico dell’utente. Per queste sue caratteristiche è risultato essere perfettamente affiancabile, in accordo con il medico curante, a qualsiasi trattamento terapeutico convenzionale e non convenzionale, senza alcun rischio e pregiudizio per le cure cui esso eventualmente si accompagna.

Lo Shiatsu è un viaggio verso se stessi, attraverso il corpo. Un percorso a due operatore e ricevente, che diventa un dialogo continuo, un gioco di stimoli (il contatto dell’operatore) e risposte (le reazioni del ricevente). Una relazione paritaria e creativa; ed è forse proprio questo approccio, fondato sullo scambio vitale e sulla riscoperta delle potenzialità nascoste in ogni essere vivente, che dal ’70 a oggi ha fatto avvicinare migliaia di persone a questa disciplina. L’operatore Shiatsu non pratica “sulla” persona ma “con” la persona. Quello che si crea fin dalla prima seduta è un lavoro comune, fondato su un dialogo paritario tra operatore e ricevente, che utilizza canali di comunicazione corporei e silenziosi, ma capaci di entrare più in profondità delle parole. “ Valter Yugen Umelesi

Shiatsu per la Donna

Sindrome premestruale, gestazione, ipofertilità, allattamento, puerperio e menopausa sono momenti molto importanti e a volte difficili della vita di una donna.

Lo Shiatsu in questo senso, dà un ottimo sostegno per aiutare le energie femminili ad essere canalizzate nel migliore dei modi; è un trattamento che mira a riequilibrare lo stato vitale, stimolare le risorse energetiche dal profondo del corpo, per portare benessere psicofisico e donare enormi benefici all’organismo.

Durante la fase della gravidanza, periodo per antonomasia in cui la donna esprime tutte le sue energie femminili più profonde, lo Shiatsu è molto indicato per alleviare i disturbi tipici come mal di schiena, insonnia, nausea, crampi alle gambe, tensione nervosa e muscolare, stitichezza, affaticamento e mal di testa; permettendo così alla gestante di arrivare al parto con i muscoli ben tonificati e forti.

A chi è rivolto?

A tutti! Dai neonati agli anziani, alle donne in gravidanza, agli sportivi e non, a chi vuole “solo” trovare un momento di pace e a chi invece ha “disagi” più o meno cronici sia di tipo psichico che fisico. Non ci sono controindicazioni ed è molto efficace come prevenzione dalla frenesia a cui la vita quotidiana ci sottopone.